Attività promosse dalla Sen. Elena Cattaneo in Senato
www.cattaneolab.it

Vaccini

Se in poco più di un secolo siamo riusciti a triplicare l’aspettativa di vita nei Paesi occidentali lo dobbiamo in larga parte ai vaccini: infatti un secolo fa, quando la vita media era ancora di 47 anni, le cause principali di morte erano difterite, tetano, vaiolo, tifo, pertosse, morbillo, poliomelite e e colera: malattie che oggi non vediamo più grazie alle vaccinazioni.

Alla fine di una campagna elettorale in cui si sono riaccese le polemiche sull’obbligo vaccinale, la Senatrice Cattaneo ricorda sull’inserto D di Repubblica che i numeri danno ragione a una politica vaccinale basata sull’intervento della legge.

Il 10 gennaio 2018, in piena campagna elettorale, il segretario della Lega twitta dal suo account “Cancelleremo norme Lorenzin. Vaccini sì, obbligo no”. La senatrice Cattaneo, in un commento su Repubblica dell’11 gennaio, spiega perché una simile proposta è pericolosa per la salute di tutti.

“Il sondaggio di oggi ci ricorda che i contrari ai vaccini sono una minoranza e, negli ultimi due anni, la percentuale di quanti ritengono che nessuna vaccinazione debba essere obbligatoria è più che dimezzata”.

Il vaccino contro il papilloma virus

Novembre 2016 – Repubblica Salute e l’ Associazione Italiana di Oncologia Medica Aiom hanno organizzano una settimana di incontri divulgativi sull’HPV, virus responsabile di tumori della cervice uterina, dei genitali e di testa-collo, e sulla prevenzione tramite vaccino. In Senato il confronto fra gli esperti e i ragazzi dei licei. Per l’occasione la Senatrice Cattaneo ha pubblicato su Repubblica un

Il dibattito pubblico sul decreto che reintroduce l’obbligo dei vaccini riapre la questione del rapporto tra scienza e giustizia. Dopo i casi Di Bella e Stamina, per evitare ancora un corto circuito tra fatti scientifici e sentenze nei processi si propone di introdurre l’obbligo di coinvolgere nei processi l’AIFA, massima autorità in materia. Elena Cattaneo è così intervenuta sul quotidiano

Nel 1900 l’aspettativa di vita era di 47 anni, oggi è di 85. Gran parte di questi 38 anni di vita media in più si devono alla sconfitta di malattie infettive come difterite, tetano, vaiolo, pertosse, morbillo, poliomielite, tifo, colera resa possibile dalla disponibilità di antibiotici e vaccini.

Intervento in Aula sul decreto per l’obbligo vaccinale – 12 luglio 2017

Si tratta di una delle più importanti leggi di sanità pubblica della legislatura, che più di tante altre migliorerà le prospettive di salute dei cittadini italiani. Elena Cattaneo, Senato della Repubblica, 12 luglio 2017 Signor Presidente, cari colleghi, la legge in discussione è una delle più importanti leggi di sanità pubblica della legislatura, quella che più di tante altre migliorerà

Quali e quante malattie è stato possibile debellare o indebolire grazie ai vaccini in tutto il mondo? e qual è la situazione in Italia? Dove finisce la libertà individuale e inizia quella collettiva? In due dossier di Repubblica Salute realizzati con la collaborazione dell’ufficio della Senatrice Cattaneo si è cercato di dare una risposta a questi interrogativi. 24 novembre 2015