Attività promosse dalla Sen. Elena Cattaneo in Senato
www.cattaneolab.it

Altre iniziative

Dalla libertà di ricerca alla riforma del Senato, dalla vicinanza ai malati alla imprevista eredità “per la ricerca pubblica”, dalla genomica all’incontro dei malati Huntington con Papa Francesco. Le iniziative della Senatrice Cattaneo spaziano tra materie e contesti diversi, ma hanno tutte l’obiettivo di rispettare il patto tacito, ma non negoziabile, di ogni scienziato con i cittadini e di trasmettere, in tutti gli ambiti, un metodo di lavoro mutuato dalla scienza: pubblico, indipendente, trasparente.

La senatrice Cattaneo, a fronte di una narrazione che vorrebbe l’agricoltura biologica “sostenibile” di per sé in quanto priva di agrofarmaci di sintesi, ricorda ai lettori del Messaggero che il principale pesticida usato nel biologico è il rame, che inquina a lungo l’ambiente e ha un profilo tossicologico molto pericoloso (più pericoloso, ad esempio, del tanto demonizzato erbicida glifosate).

Citata nell’ “Amaca” di Michele Serra del 21 novembre 2018 in merito alla sua azione pubblica in occasione del XXXV Convegno di Biodinamica, ospitato dal Politecnico di Milano, la senatrice Cattaneo risponde al noto giornalista rivelando le proprie azioni, i propri studi e l’ascolto di molti esperti sul tema dell’agricoltura e delle biotecnologie.

In un’intervista rilasciata a Martina Pennisi per la rubrica “Italiani” del Corriere della Sera, la senatrice Cattaneo racconta i primi passi di una giovane studiosa nel mondo della ricerca, da Milano a Boston, la scienza che “è una roba da Sherlock Holmes”, l’emozione della nomina a senatrice a vita, la forza dei legami familiari.

Sull’inserto Salute di Repubblica, la senatrice Cattaneo tratta dell’omeopatia, sottolineando come, in assenza di prove scientifiche consolidate dell’efficacia dei “rimedi” omeopatici, e in presenza di solide evidenze scientifiche sulla loro inefficacia, bisognerebbe evitare la definizione “medicine” per tali preparati.

Perché le persone si lasciano spesso convincere da sedicenti “guaritori”, santoni, stregoni che promettono cure miracolose? Su quali meccanismi fanno leva? E perché la voce della scienza è sempre meno ascoltata? Niccolò Zancan intervista Elena Cattaneo su La Stampa del 20 settembre 2018.

Il Foglio sceglie di pubblicare un estratto del libro “Ogni giorno – Tra scienza e politica” della senatrice Elena Cattaneo, col sottotitolo “Ieri come oggi l’“antintellettualismo” indica una crisi culturale e civile del sistema. Si legge ‘totalitarismo’.”

Nel luglio 2018, a Barranquilla, in Colombia, si è tenuto un congresso scientifico sulla malattia di Huntington, co-organizzato dalla senatrice Cattaneo, che sull’argomento ha scritto un reportage per il supplemento “Robinson” di Repubblica.

Dalle pagine del supplemento D di Repubblica, la senatrice Cattaneo ricorda che non esiste alcuna prova scientifica della beneficità dell’omeopatia, e che è improprio parlare di “cure” o “terapie” omeopatiche per preparati che non contengono principi attivi, esortando il mondo politico ad agire secondo scienza e coscienza, senza seguire le sirene del facile consenso basato sulla disinformazione.