Attività promosse dalla Sen. Elena Cattaneo in Senato
www.cattaneolab.it

Collaborazioni editoriali

Oltre a pubblicare i suoi interventi su diversi quotidiani nazionali, la Senatrice Cattaneo ha da tempo avviato una serie di collaborazioni: dal 2015 contribuisce alla realizzazione di dossier tematici per l’inserto Salute di Repubblica e da settembre 2016 firma degli editoriali per D di Repubblica.

Sul Domenicale del Sole 24 Ore, la senatrice Cattaneo ricorda (anche al Governo in carica) la drammatica situazione della ricerca pubblica in Italia, priva di certezze su procedure e finanziamenti, ma che, nonostante tutto, si mantiene ai vertici del mondo per pubblicazioni e scoperte scientifiche.

Nella sua rubrica su D, il settimanale del sabato di Repubblica, la Senatrice Cattaneo spiega perché, da un punto di vista scientifico, la ricerca sulle cellule staminali potrà rappresentare, un domani, una speranza di trattamento per alcune malattie, ma non per altre.

Nella sua rubrica sul settimanale D di Repubblica, la senatrice Cattaneo fa il punto sull’agricoltura biologica, che può contare sui sussidi pubblici. Ma è poco salutare per le tasche di chi acquista i prodotti e, allargando lo sguardo, per la popolazione mondiale.

Dalle pagine del supplemento D di Repubblica, la senatrice Cattaneo ricorda che non esiste alcuna prova scientifica della beneficità dell’omeopatia, e che è improprio parlare di “cure” o “terapie” omeopatiche per preparati che non contengono principi attivi, esortando il mondo politico ad agire secondo scienza e coscienza, senza seguire le sirene del facile consenso basato sulla disinformazione.

Ahmadreza Djalali, ricercatore in medicina dei disastri, è detenuto nel carcere di Evin, a Teheran, da più di due anni, ed è stato recentemente condannato a morte, nonostante continui a professarsi innocente rispetto alle accuse di spionaggio che il governo iraniano gli muove. La senatrice Cattaneo ne scrive sull’inserto D di Repubblica, facendo una panoramica sugli scienziati imprigionati, uccisi, scomparsi

Alla fine di una campagna elettorale in cui si sono riaccese le polemiche sull’obbligo vaccinale, la Senatrice Cattaneo ricorda sull’inserto D di Repubblica che i numeri danno ragione a una politica vaccinale basata sull’intervento della legge.

Dopo la lettera aperta scritta insieme ai Senatori a vita Mario Monti, Renzo Piano e Carlo Rubbia affinché il Senato calendarizzasse e approvasse al più presto in aula la legge sulle disposizioni anticipate di trattamento (cosiddetto “testamento biologico”), la Senatrice Cattaneo torna sull’argomento, scrivendone per l’inserto D di Repubblica.

Mentre in Italia si discute ancora sull’utilità dei vaccini, ci sono Paesi (meno fortunati del nostro) e storie che dimostrano la loro utilità e dove si combatte per eradicare malattie che da noi non esistono più.