Attività promosse dalla Sen. Elena Cattaneo in Senato
www.cattaneolab.it

Ricerca pubblica

“Un Paese che non fa ricerca resta indietro, culturalmente e civilmente. Perde competitività e opportunità di progresso”. L’importanza degli investimenti pubblici in ricerca e della loro erogazione trasparente e su base competitiva sono temi che ritornano spesso negli interventi della Senatrice Cattaneo.

Sul Fatto Quotidiano, dopo l’articolo sull’inchiesta della procura di Milano in materia di science integrity, il professor Alberto Mantovani, richiamando anche l’intervista dello stesso giornale ad Elena Cattaneo, ha chiarito i termini del proprio coinvolgimento. Di seguito, una breve nota della senatrice Cattaneo in merito.

Dopo aver ripreso un’inchiesta della Procura di Milano su alcune sospette manipolazioni di paper scientifici, Gianni Barbacetto del Fatto Quotidiano intervista la senatrice Cattaneo, la quale, dopo aver ricordato che è necessario conoscere tutti i documenti relativi e non solo la richiesta di archiviazione da parte della Procura, auspica uno standard giuridico uniforme europeo sulla research integrity e ribadisce come

Nella sua rubrica sull’inserto D di Repubblica, la senatrice Cattaneo sceglie di raccontare la sua esperienza di ricercatrice con le politiche per la ricerca dell’Unione europea, sottolineando come esse abbiano aperto agli studiosi del continente e del mondo uno spazio prezioso di confronto e collaborazione, oltre che di competizione libera e trasparente.

In occasione dell’Unistem Day (evento di divulgazione scientifica per gli studenti delle superiori giunto il 15 marzo 2019 alla sua undicesima edizione) la senatrice Cattaneo ha annunciato su La Stampa il lancio dell’Unistem Tour, in collaborazione con Fondazione Tim, un viaggio in 30 scuole di tutta Italia con ospiti scientifici di altissimo livello.

In occasione della prevista visita di Iain Mattaj, da poco direttore di Human Technopole, al Tigem di Napoli il 14 gennaio 2019 (posposta al 30 gennaio successivo), la senatrice Cattaneo ha inviato una lettera al direttore del quotidiano Il Mattino, ribadendo la necessità che l’indirizzo strategico di HT sia pensato per strutturarlo “a servizio” del sistema della ricerca italiana e

La senatrice Cattaneo, dopo l’intervista di Repubblica a Iain Mattaj, scrive al quotidiano ricordando che lo Human Technopole di Milano (di cui Mattaj è direttore) dovrà porsi al servizio del resto del sistema della ricerca italiano, stremato dalla mancanza di fondi, e non in un rapporto di concorrenza che, date le circostanze, sarebbe completamente sbilanciato a favore di HT. 

Il progetto Human Technopole, già “corretto in corsa” con maggiore trasparenza e competitività, se non strutturato in modo equilibrato e aperto rischia di sottrarre risorse al resto della ricerca italiana, sottofinanziato e misconosciuto nonostante gli ottimi risultati che continua ad ottenere. È il monito della senatrice Cattaneo, che aggiunge: HT dev’essere un hub aperto al servizio del Paese.

Sul Domenicale del Sole 24 Ore, la senatrice Cattaneo ricorda (anche al Governo in carica) la drammatica situazione della ricerca pubblica in Italia, priva di certezze su procedure e finanziamenti, ma che, nonostante tutto, si mantiene ai vertici del mondo per pubblicazioni e scoperte scientifiche.