Attività promosse dalla Sen. Elena Cattaneo in Senato
www.cattaneolab.it
Elena Cattaneo

Elena Cattaneo

Elena Cattaneo è Professore ordinario all’Università degli Studi di Milano dove dirige il laboratorio di biologia delle cellule staminali e farmacologia delle malattie neurodegenerative. Dal 2013 è Senatrice a vita.

Scienza e politica: Elena Cattaneo all’Accademia dei Lincei

“Scienza e politica: dal dialogo all’integrazione possibile”. Questo il titolo della conferenza tenuta dalla senatrice Elena Cattaneo all’Accademia dei Lincei l’8 marzo 2018, dedicata all’astrofisico Giovanni Bignami.

La Regione Lombardia ha istituito il premio “Lombardia è Ricerca”, in memoria di Umberto Veronesi: un milione di euro da assegnare a scienziati selezionati da una giuria di “Top Italian Scientists”. Pur rallegrandosi della vittoria del prof. Michele De Luca, un’eccellenza nel campo della medicina rigenerativa, la senatrice Cattaneo esprime perplessità sulla modalità di assegnazione di tali fondi pubblici.

Dalle colonne del Domenicale del Sole 24 Ore, la senatrice Cattaneo riepiloga la vicenda Human Technopole, ricordando che, sebbene esso sia nato da un processo decisionale improvvisato (diversamente da quanto accaduto in altri Paesi), il “cambio verso” imposto in corsa grazie a una parte della comunità scientifica e al presidente Napolitano permette oggi di ben sperare sulle prospettive future.

Dalle pagine del supplemento D di Repubblica, la senatrice Cattaneo ricorda che non esiste alcuna prova scientifica della beneficità dell’omeopatia, e che è improprio parlare di “cure” o “terapie” omeopatiche per preparati che non contengono principi attivi, esortando il mondo politico ad agire secondo scienza e coscienza, senza seguire le sirene del facile consenso basato sulla disinformazione.

Dichiarandosi favorevole all’obbligo, previsto dal Miur, di utilizzare la lingua inglese per i progetti candidati ai nuovi bandi Prin, la senatrice Cattaneo co-firma con la linguista Roberta D’Alessandro un articolo su Repubblica, in risposta al professor Asor Rosa che qualche giorno prima, sullo stesso giornale, aveva deplorato tale scelta.

Le riflessioni della senatrice Cattaneo e del professor Andrea Grignolio sul rapporto, profondamente mutato negli ultimi anni, tra scienza e società, tra scienziati che rischiano di perdere la visione d’insieme del mondo e cittadini che non hanno gli strumenti per interpretare il pensiero scientifico.

Alla scadenza della presentazione dei progetti partecipanti al bando Prin 2017, per i quali il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha stanziato la somma record di 400 milioni di euro, la senatrice Cattaneo riassume i progressi fatti nella procedura di selezione e ricorda i passi avanti ancora da fare.

Dopo una visita al Museo della II Guerra Mondiale Fiume Po di Felonica, la senatrice Cattaneo racconta le storie dei volontari che hanno deciso di recuperare pezzi significativi di storia recente, sia nel territorio circostante, sia a migliaia di chilometri di distanza, nella città russa di Kirov, dove in fosse comuni giacciono ancor oggi centinaia, forse migliaia di soldati italiani

Ahmadreza Djalali, ricercatore in medicina dei disastri, è detenuto nel carcere di Evin, a Teheran, da più di due anni, ed è stato recentemente condannato a morte, nonostante continui a professarsi innocente rispetto alle accuse di spionaggio che il governo iraniano gli muove. La senatrice Cattaneo ne scrive sull’inserto D di Repubblica, facendo una panoramica sugli scienziati imprigionati, uccisi, scomparsi

In un commento su Repubblica, la senatrice Cattaneo fa una breve carrellata delle norme europee e (soprattutto) italiane che fermano la ricerca e penalizzano l’agricoltura. “I germogli di piantine di vite trattate con Crispr per resistere ai patogeni possono evitare di spargere ancora fungicidi a base di metalli pesanti. Sono invece rinchiusi nei laboratori dalle ossessioni di una politica nazionale

OGM

Alla fine di una campagna elettorale in cui si sono riaccese le polemiche sull’obbligo vaccinale, la Senatrice Cattaneo ricorda sull’inserto D di Repubblica che i numeri danno ragione a una politica vaccinale basata sull’intervento della legge.

Il 24 gennaio 2018, sulla rivista Cell, un gruppo di ricercatori del Chinese Academy of Sciences Institute of Neuroscience di Shanghai pubblica un paper in cui descrive la clonazione di due scimmie con la stessa modalità della pecora Dolly. La senatrice Cattaneo, in un articolo su Repubblica, riflette sulle responsabilità che le nuove scoperte implicano per la comunità scientifica.

Il 10 gennaio 2018, in piena campagna elettorale, il segretario della Lega twitta dal suo account “Cancelleremo norme Lorenzin. Vaccini sì, obbligo no”. La senatrice Cattaneo, in un commento su Repubblica dell’11 gennaio, spiega perché una simile proposta è pericolosa per la salute di tutti.

Sul primo numero di Repubblica del 2018, molti esperti di scienza e medicina raccontano le conquiste scientifiche realizzate nel 2017 e fanno ipotesi e auspici per l’anno che si apre. La senatrice Cattaneo scrive una lettera all’anno che verrà, ricordando come la scienza spinga sempre più in là la frontiera del possibile.

Il 27 dicembre 2017 è stato pubblicato sul sito del Miur il bando ufficiale per i Prin 2017, con una dotazione di 391 milioni di euro, la più cospicua dell’ultimo decennio. 250 dei 391 milioni provengono dal “tesoretto” dell’Istituto italiano di Tecnologia (Iit) di Genova. La senatrice Cattaneo, su Repubblica del 30 dicembre, esorta a cogliere l’occasione per rendere più